1

Novara panoramica Mole

TORINO - 12-09-2017- L'assessore regionale Alberto Valmaggia

ha confermato il cessato allarme sui possibili rischi derivati dall'incendio scoppiato la scorsa settimana in un deposito di rifiuti di Mortara, nel pavese, la cui nube ha attraversato alcune aree del Piemonte, fra cui il Novarese. Valmaggia ha risposto ad un'interrogazione in merito presentata dal consigliere novarese Domenico Rossi. Domani, mercoledì 20 settembre, saranno disponibili i risultati circa la ricerca di microinquinanti. "L’assessore ha confermato che i tecnici di Arpa Piemonte hanno monitorato la situazione fin dalla mattinata di mercoledì 6 settembre, per proseguire anche nelle giornate di giovedì e venerdì, con particolare riferimento alla parte meridionale delle province di Novara e Vercelli e la zona nord di quella di Alessandria - ha sottolineato Rossi in una nota -  Ha precisato che nella giornata di mercoledì 6 non sono stati rilevati gas riconducibili all’incendio in atto, analogamente nelle 24 ore successive i valori riscontrati sono stati tutti sotto il limite di rilevabilità ad eccezione, nella zona del Casalese, dell’acido cianidrico rilevato in valori compresi tra 0,5 e 1 mg/mc , e a 36 ore dall’incendio, anche in quell’area, ogni traccia di acido cianidrico era scomparsa". (N.C)

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.