1

ospedale novara ingresso

NOVARA - 14-11-2017 - Alla presenza

dell’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, e dell’assessore regionale alle Politiche sociali, Augusto Ferrari, sono state presentate ieri all'ospedale "Maggiore della Carità" tre importanti novità per l’assistenza ai bambini: l'inaugurazione del nuovo pronto soccorso pediatrico, la stanza a basso contenuto batterico per l’oncologia pediatrica e la postazione d’emergenza alla Terapia Intensiva Neonatale.  Il nuovo pronto soccorso pediatrico è stato realizzato in cinque mesi,sulla base di un progetto ideato dal prof. Gianni Bona, allora direttore del Dipartimento materno-infantile; costato 200 mila euro, finanziati dall’azienda, ha l’obiettivo di migliorare l’accessibilità e nello stesso tempo renderlo più confortevole per i piccoli pazienti e i loro genitori Tra i lavori eseguiti, il nuovo triage, una nuova sala visita e una nuova sala d’attesa. Il progetto è stato condiviso e completato con il contributo di Onlus, Associazioni, Fondazioni e Service Club (Abio, Opera Pia ‘Eletto Lualdi,  Rotary Club Val Ticino e Rotary Club Novara, For Life Onlus, Auto Amatori Club Novara   e Comoli Ferrari). Per quanto riguarda l'oncologia pediatrica, l’associazione Ugi  ha provveduto ad arredare tecnicamente la stanza a basso contenuto batterico che sarà destinata alla degenza per l’oncologia pediatrica: sarà possibile ospitare fino a due pazienti ed in particolar modo ricoverare i bambini in sicurezza, evitando così l’invio a Torino. La Terapia Intensiva Neonatale  ha ricevuto una donazione da parte dell’associazione NEO-ON di tutto il necessario per attrezzare una "postazione di emergenza" vicina al pronto soccorso pediatrico, in modo da ottimizzare la presa in carico di neonati o piccoli lattanti che accedono al pronto soccorso in condizioni critiche.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.