1

manette

NOVARA - 06-12-2017- E' finito in manette

per rapina aggravata in una pizzeria di corso Risorgimento un uomo fermato ieri sera nel corso di un’operazione congiunta delle volanti e della squadra mobile. Erano le 23.30, e, dopo la chiusura del locale, due persone con il volto travisato si sono avvicinate al titolare, che stava sistemando alcune cose all’interno del cortile, puntandogli una pistola contro. Uno dei due gli intimava di consegnare tutti i soldi, altrimenti lo avrebbe ucciso. Il proprietario della pizzeria ha quindi  lanciato contro i rapinatori alcuni cartoni, provocando una colluttazione, durante la colluttazione l’aggredito riusciva a sfilare ad uno dei due malviventi il cappuccio con cui si nascondeva il viso. Sentite le urla, un dipendente della pizzeria, è accorso sul posto, trovando il a terra. Il rapinatore senza cappuccio, gli ha puntato la pistola, picchiandolo. I due malviventi si sono poi dati alla fuga Le vittime hanno chiamato i soccorsi e sul posto  è giunto un equipaggio delle volanti. I due aggrediti hanno quindi  riferito di aver visto più volte il rapinatore: attraverso una intensa attività investigativa, si è riusciti a riconoscere e rintracciare il malvivente. Gli agenti si sono quindi recati a casa sua per una perquisizione: l'uomo ha dichiarato di essere andato in pizzeria con una pistola a gas, arma che veniva rinvenuta successivamente nel cortile del locale e sequestrata. Le due vittime, inoltre, hanno denunciato la scomparsa dei portafogli che avevano al momento dell'aggressione. Il malvivente rintracciato è stato arrestato e trasferito in carcere su disposizione dell'autorità giudiziaria. Proseguono, invece,  le ricerche del secondo rapinatore.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.