1

giustizia legge foto

NOVARA -16-01-2018- Era la mattina

dello scorso 19 dicembre quando davanti al gup, dove si celebrava l’udienza con rito abbreviato per l’omicidio di Ida Lagrutta, Salvatore Stentardo, 61enne novarese, già in carcere per il delitto della pensionata di Oleggio, Maria Rosa Milani, ritratta, sostenendo che la confessione resa ai carabinieri, nel corso della quale ammetteva di essere lui l’autore dell’aggressione che portò una decina di giorni dopo alla morte della gioielliera del Compro Oro di corso Risorgimento – un delitto rimasto irrisolto per anni – era stata "sollecitata". Il nuovo difensore, avvocato Carla Montarolo del foro di Biella (in precedenza l’uomo era difeso dall’avvocato Gianni Croce di Vercelli, che ha recentemente dismesso il mandato) aveva chiesto i termini a difesa e l’udienza era stata rinviata ad oggi, martedì 16 gennaio. E oggi era attesa una sentenza, o almeno così si attendeva il marito della donna, Giuseppe Lombardo. E invece nel pomeriggio il giudice, proprio alla luce di quella ritrattazione, ha disposto la ritrasmissione degli atti alla Procura per eventuali ulteriori accertamenti e per la riformulazione del capo di imputazione. Quella alla gioielliera fu un’aggressione particolarmente violenta: la donna, la sera del 18 novembre del 2011, fu aggredita nel suo negozio, colpita al capo, da uno sconosciuto. Morì una decina di giorni dopo, in un letto del reparto di rianimazione dell’Ospedale Maggiore, senza mai essersi ripresa dal coma. Stentardo, che aveva confessato l’aggressione mentre era già in carcere per l’omicidio della pensionata di Oleggio (uccisa nel cortile della sua abitazione nel settembre del 2014), in quella rapina finita in tragedia potrebbe aver avuto un ruolo diverso.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.