1

no sp 1

NOVARA -17-02-2018 – Uno dei migliori

Novara di stagione in versione casalinga ottiene un pareggio “stretto” contro lo Spezia (che vanta una delle migliori difese del girone) e manda in rete il suo uomo gol Puscas alla quinta segnatura in tre gare. Di Carlo ha rianimato il Novara: si vede ora una squadra ben messa in campo, inserimenti e sovrapposizioni sulle fasce con gli azzurri che hanno comandato per lunghi tratti il gioco. Una prestazione convincente dopo la vittoria di Cittadella. Buone le prestazioni di Calderoni e Dickmann sulle fasce, ma anche dei rigenerati Sansone e Casarini. Parte meglio lo Spezia con gli ex Bolzoni e Granoche: la punta manda a lato di testa al 13’, mentre al 17’ un tiro cross di Pessina mette in ansia Montipo’. Al 21’ Dickmann va via in progressione, ma l’invitante assist non trova attaccanti pronti. Un minuto dopo Calderoni trova Terzi sulla traiettoria che impedisce alla palla di finire in porta, ma al 25’ giunge il gol al termine di una bella trama di gioco: da Dickmann a Calderoni il cui preciso traversone trova Puscas abile a smarcarsi ed a insaccare di testa in rete. Il Novara sembra poter controllare bene il risultato, ma al 37’ giunge il pari. Prima Chiosa mette in corner, dai cui sviluppi la palla perviene a Lopez abile a ributtarla in mischia dove l’ex Varese e Pescara Forte arresta e controlla la sfera indovinando poi un diagonale che non dà scampo a Montipo’. Nel secondo tempo maggior emozioni con squadre allungate. Al 47’ Ronaldo impegna Di Gennaro con una punizione velenosa, ma 2’ dopo è Montipo’ a dover respingere su incursione ligure. Al 59’ ottima occasione per i locali: da Dickmann per Puscas che in girata manda a lato. E’ il momento migliore degli azzurri: 62’ sponda di Puscas per l’accorrente Sansone il cui tiro scheggia l’incrocio dei pali. Spezia comunque che controbatte: Montipo’ deve prevenire guai grossi in uscita al 64’ e al 67’ si inarca per dirottare in corner un tiro dalla media distanza di Mastinu. Di Carlo vuol vincere la gara e mette dentro Maniero. Al 70’ Sansone calcia forte e preciso, ma Di Gennaro si allunga e devia in angolo. Al 78’ doppia occasione, ma Di Gennaro è ottimo: respinge d’istinto sia su Maniero poi su Puscas. I brividi finali però sono in area di casa con Marilungo che indirizza di testa verso la porta di Montipo’ e per poco un difensore locale non mette nella propria porta. Sarebbe stata una beffa per un Novara che sta ritrovando convinzione nei propri mezzi e dimostra di essere in grado di ottenere ancora punti sia ad Avellino che con il Foggia nel doppio turno di sabato e martedi’ 27 febbraio in notturna al Piola.


NOVARA – SPEZIA 1-1
Marcatori: 25’ Puscas (N), 39’ Forte (S)

Novara (3-5-2): Montipò 6.5; Golubovic 6, Mantovani 6, Chiosa 6; Dickmann 6.5 (77’ Maniero 5.5), Casarini 6.5, Ronaldo 6 (70’ Orlandi 5.5), Moscati 6, Calderoni 7 ; Puscas 7, Sansone 7(86’ Di Mariano ng). All. Di Carlo : 6.5

Spezia (4-3-1-2): Di Gennaro 7.5; De Col 6, Terzi 6.5, Giani 6, Lopez 6.5; Mora 6.5 (66’ Maggiore 6 ), Bolzoni 6, Pessina 6; Mastinu 6.5 (77’ Capelli 6); Forte 6.5, Granoche 6 (81’ Marilungo 6). All. Gallo 6.5.

Arbitro: Di Martino di Teramo: 6
Note: giornata grigia, ammoniti 12’ Dickmann (N), 29’ Mora (S), 41’ Giani (S), 49’ Mantovani (N), 50’ Terzi (S), 67’ Mastinu (S), 76’ Granoche (S). Angoli 4-3 per il Novara. Recupero 1’ e 4’. Spettatori: 3588 di cui 849 paganti e 2739 abbonati per una quota incasso di 22.905 euro.


Maurizio Robberto

no_sp_2.jpgno_sp_7.jpgno_sp_6.jpgno_sp_5.jpgno_sp_3.jpgno_sp_4.jpg

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.