1

tribunale novaraNOVARA-17-05-2018- Da qualche tempo

i carabinieri lo stavano tenendo sotto controllo e quella sera, era il 9 febbraio scorso, lo hanno sorpreso dopo che aveva ceduto 8 grammi di cocaina in cambio di 300 euro a un conoscente. Entrambi, sia il presunto venditore che il presunto acquirente erano stati arrestati; l’accusa contestata quella di spaccio. Finiti a processo con rito direttissimo uno, 42 anni, volto peraltro noto alle forze dell’ordine, è stato condannato a un anno, un mese e 10 giorni di reclusione; l’altro, 48 anni, l’acquirente, è stato invece assolto perché il giudice ha riconosciuto l’uso personale. Per i difensori, che hanno chiesto l’assoluzione, non era possibile distinguere chi avesse ceduto e chi acquistato la cocaina, in quanto, hanno sostenuto, non c’era spaccio ma uso collettivo di sostanza stupefacente

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.