1

legge martello

NOVARA -14-06-2018- Coppia residente a

Vercelli finisce a processo in Tribunale a Novara con l’accusa di sfruttamento della prostituzione; attività  che, secondo l’accusa, veniva esercitata in un appartamento di Novara. Lei, trentenne dominicana, difesa dagli avvocati Crola e Brustia, è stata condannata a 1 anno e sei mesi, lui, il marito, quarantenne italiano, difeso dall’avvocato Massimo Barbero, è stato assolto. Il pubblico ministero, ritenendo provata sia l’attività di sfruttamento che di locazione e sub locazione di una stanza dell’appartamento, aveva chiesto, per entrambi, una condanna a 2 anni e mezzo. La vicenda era venuta a galla nel maggio di tre anni fa quando, dopo la segnalazione di alcuni condomini, i carabinieri erano arrivati in quell’appartamento e avevano trovato un transessuale e una donna colombiana. “Ero andata a trovare la mia amica (l’imputata, ndr) – ha detto in aula – In quegli anni avevo un amico, una relazione, e mi incontravo lì con lui un paio di volte alla settimana”. Una relazione clandestina che la donna, così ha sostenuto davanti ai giudici, voleva tenere nascosta alla sua famiglia; per questo motivo era ricorsa all’aiuto dell’amica che, a suo dire, le concedeva di trovarsi in quell’appartamento per i suoi incontri segreti. Una versione, quella resa in aula dalla donna, oggetto però di numerose contestazioni da parte del pubblico ministero “Quando andavo lì da lei – ha aggiunto - vedevo che a volte c’era anche un suo amico, poi arrivavano anche altre donne, ma erano sue amiche. Non le davo dei soldi”. Ma per l’accusa invece i due coniugi avevano preso in affitto quell’appartamento e avevano dato la disponibilità di una stanza ai due che in cambio, sempre per l’accusa, avrebbero pagato metà dell’affitto dell’intero alloggio in uso alla coppia. Per i difensori della donna “non è provato lo sfruttamento”; per il legale del marito “non c’era neppure la prova della sua presenza in quella casa”. Il giudice ha condannato lei a un anno e sei mesi di reclusione ed ha assolto il marito. I legali della donna hanno preannunciato appello.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.