1

lavoro foto

NOVARA - 10-10-2018 - Fine dell'anno all’insegna del rallentamento per l'industria novarese, dopo una fase di crescita durata quasi tre anni. Secondo le previsioni congiunturali elaborate dall’Associazione Industriali di Novara per il quarto trimestre dell’anno il saldo tra la percentuale degli imprenditori che si dichiarano ottimisti e quella di coloro che sono pessimisti sull’incremento della produzione tra ottobre e dicembre cala a 10,7 punti rispetto ai 22,7 del trimestre precedente, riavvicinandosi alla media piemontese (10,2 punti). In deciso calo è anche il dato sulle attese di ordini totali, che passa da 26,1 a 10,7 punti (8,4 il dato regionale), mentre il saldo ottimisti/pessimisti sulle previsioni di esportazioni (a 3,2 punti in Piemonte) registra una riduzione da 12,7 a 9,3 punti. "Dopo avere testato i massimi decennali più volte nelle scorse rilevazioni – commenta il presidente dell’Ain, Fabio Ravanelli – è abbastanza normale un ritracciamento degli indicatori. Nonostante la solidità strutturale dell’industria Novarese e la sostanziale tenuta delle esportazioni il dato più rilevante riguarda il calo dei consumi interni che, in un contesto macroeconomico decisamente complesso, potrebbe condizionare negativamente le prossime rilevazioni. Sono mesi delicati, soprattutto dal punto di vista politico, e le nostre previsioni riflettono il generale clima di incertezza".

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.