1

container foto

NOVARA - 13-09-2019 - Segno positivo per

le esportazioni novaresi nei primi sei mesi dell’anno: tra gennaio e giugno le vendite all’estero dei prodotti made in Novara, infatti,  hanno superato complessivamente i 2,6 miliardi di euro, registrando un aumento annuo del +0,7%. L’andamento dell’export si mantiene dunque favorevole, considerando che il risultato rappresenta una variazione calcolata sull’incremento del +5,8% registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Sul fronte dell’import il Novarese registra un aumento del +1% nel periodo gennaio-giugno 2019, attestandosi, in termini di valore delle merci, ad 1,4 miliardi di euro. Il saldo della bilancia commerciale si mantiene dunque positivo, superando 1,1 miliardi di euro. "La variazione delle esportazioni pone Novara al terzo posto nella classifica delle province piemontesi, dopo Vercelli e Cuneo, unici territori in crescita a livello regionale – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – Si tratta di un risultato più favorevole della media piemontese, che complessivamente registra un calo del -3,6%, e meno sostenuto di quella nazionale, pari al +2%. Il dato novarese esprime il rallentamento registrato nel secondo trimestre dell’anno, periodo in cui le vendite provinciali all’estero hanno subito una battuta d’arresto, dopo la crescita del +1,3% realizzata nel primo trimestre". Il risultato deriva principalmente dall’andamento delle vendite oltre confine dei prodotti manifatturieri, che rappresentano la quasi totalità delle esportazioni provinciali, con risultati eterogenei per i diversi comparti.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.